Categoria: Poesie sul sociale

Le Madri

  Le Madri hanno mani che hanno accarezzato piccoli cuori appena nati, i pianti neonati diventati sorrisi. Hanno solcato deserti in solitudine, alla ricerca del futuro. Le Madri felici e disperate hanno consumato scarpe e bevuto grappoli di speranza, per donare uno spicchio di eternità. Camminano, Le Madri, camminano e camminano senza sosta con le spalle appesantite dai dolori, inciampano e si rialzano, Le … [Continua a leggere Le Madri]

Balla Barcelona

Brividi di sangue ed è un attimo che travolge quel flamenco ballato sotto un cielo di fuoco. La musica non è finita e avrà il sopravvento sulla cattiveria umana che di ferocia s’ammanta. Balla Barcelona con i tuoi colori splendenti lì dove giacciono le orme di vittime innocenti. Candele a far da culla e fiori trasparenti non saranno l’unica consolazione. Balla Barcelona quel flamenco … [Continua a leggere Balla Barcelona]

Uomini Coraggiosi

Passi intelligenti smorzati da mani vigliacche a firma il sangue delle genti. Occhi chiusi da mani malfamate da carcerieri con ideali sbagliati. Sorde le grida e silenziosi gli spari, ora tacciono. E’ triste non vedere più la notte né le stelle danzare in cielo, ma portentosa la speranza accende e accenderà nuovi soli. Loro sapevano loro, dai passi intelligenti e dagli occhi curiosi, sorridono. … [Continua a leggere Uomini Coraggiosi]

SCOSCESI PENDII

Epiteti nel vuoto tra le fiamme dell’inferno rimbalza nell’aria un corpo dilaniato. Sirene e urla scoscesi pendii d’attraversare in una valle di lacrime più che amare. La bandiera turca a mezz’asta come la francese come la belga che ancora sventola su profili fantasma alla ricerca di un perché. E nel tocco del tricolore insanguinato ad oriente dove volge lo sguardo tiepida l’aria vi accoglie … [Continua a leggere SCOSCESI PENDII]

Mai più Europa!

  Cosa scrivere su questa Europa che marcia al contrario beffata da conti e ricorsi che non le hanno fatto sbarcare il lunario appesa a gomene già lacerate dalla fame e dagli abissi di potere. Ognuno ha portato ceste di affanni e cassetti vuoti da riempire e i lupi hanno coperto e poi dilaniato nei contorni l’intero ardire non hanno compreso che i mari … [Continua a leggere Mai più Europa!]

ARSA (A Sara)

  Lingue di fuoco ti hanno arsa, l’abominio è stato di nuovo compiuto perché vivere e decidere è una scala troppo ripida per un uomo sputato per errore su questa terra.   Arsa tra le fiamme uccisa dal possesso e dal non amore vinta dalla ferocia e dall’indifferenza malattie che urgono essere curate in questo mondo che gira con inerzia.   Non è destino … [Continua a leggere ARSA (A Sara)]

Incipit (Questo cielo romano così grigio)

  Questo cielo romano così grigio sembrerebbe voler piangere tutte le lacrime di questo mondo… L’unico pensiero è stato questo incipit che mi ha folgorato in un’altra giornata messa a ferro e fuoco. Guardavano la luna da un vetro non sapevano ancora che avrebbe pianto lacrime di rabbia e sangue. [Occorre fare attenzione alle curve che sbandano silenziose] Capovolte sulla terra come in un … [Continua a leggere Incipit (Questo cielo romano così grigio)]

SOLI,NEI PAESI DI NEVE

  Soli e umiliati dietro cortecce di cemento aspettano l’ultimo ordine per la fila. Scortati da uomini che di blu s’appellano in quel cielo sconquassato di buio. Paesi di neve che di rosso vi macchierete nella scelta che d’orrido s’appresta. Annullate l’accordo che d’intreccio e intenti si fece per esser liberi di camminare. Di steccati e muri s’eresse il passato remoto storia volle cancellare … [Continua a leggere SOLI,NEI PAESI DI NEVE]

L’odissea di Giulia

(Dipinto di Pino Daeni) Nell’afa d’agosto ritrova pensieri che nel nulla erano finiti sotto veli d’acciaio li aveva riposti, di quegli anni maledetti nei quali s’erano infranti. Vetri rotti come lacrime antiche pietrificate sul viso visibili solo a chi ne fu vittima inconsapevole, si sciolgono nel torrido delle giornate. Giornate di scelte fatte al suono di un sole cocente che penetra assurdo sotto la … [Continua a leggere L’odissea di Giulia]

VIA D’AMELIO (A PAOLO BORSELLINO E ALLA SUA SCORTA)

Lo scoppio di una bomba mille vetri in frantumi mille anime disperse. Cenere che non si spegne e non spegne il ricordo di chi con coraggio affrontò, la parola morte. Scritta sui muri della vergogna lavati dal pianto delle madri dei figli dei mariti dei padri. Dal canto sconosciuto della gente inginocchiata ai piedi del sacrificio. Troppo presto troppo tardi e mille ancora i … [Continua a leggere VIA D’AMELIO (A PAOLO BORSELLINO E ALLA SUA SCORTA)]

Brillare di luce propria

Vi auguro di passare una fine d’anno brillante e un inizio del 2015 strepitoso, con chi amate, con chi vi ama. Un pensiero particolare possa volare a chi è solo, a chi soffre… A chi non è più con noi… A tutte le vittime innocenti di sempre e degli ultimi giorni… AUGURI A TUTTI ℙATTY ♡ Ognuno brilla di luce propria oppure annega nella … [Continua a leggere Brillare di luce propria]

La bimba dalle gote rosse

Aveva le scarpe slacciate saltava come un ranocchio la bimba dalle gote rosse. Inciampò su un lato della strada dove il tempo aveva smesso di contare i sassi per terra. Fu presa e portata lontano dove i treni non hanno stazione solo infiniti tunnel senza luce. Non ebbe paura di rispondere a chi le aveva strappato un bottone ne dello schiaffo dato per farla … [Continua a leggere La bimba dalle gote rosse]

Associazione Culturale 'Divagazioni D'Arte'

L'Arte è voglia di emozionare qualunque sia la forma usata per esprimerla

PRISMA , IL CORO CHE BALLA.

Il sito del Coro Prisma: realtà musicale romana che si occupa di intrattenimento musicale con canti folk e popolari.

Curvy Pride Blog

❤ Next Flash Mob Coming Soon // Follow us: #curvypride #beautyhasnosize ❤

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

La Grande Concavità

Scritti spazzatura sulla musica rock

Flavio Marigliani

a Life in the Theatre

An Author's Life

And as imagination bodies forth The forms of things unknown, the poet’s pen Turns them to shapes and gives to airy nothing A local habitation and a name. – William Shakespeare

spaziomemoria

styling, photography, storytelling

Py's Spaces

Just another WordPress.com site

Associazione Culturale 'Divagazioni D'Arte'

L'Arte è voglia di emozionare qualunque sia la forma usata per esprimerla

PRISMA , IL CORO CHE BALLA.

Il sito del Coro Prisma: realtà musicale romana che si occupa di intrattenimento musicale con canti folk e popolari.

Curvy Pride Blog

❤ Next Flash Mob Coming Soon // Follow us: #curvypride #beautyhasnosize ❤

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

La Grande Concavità

Scritti spazzatura sulla musica rock

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: