ARSA (A Sara)


 

Lingue di fuoco ti hanno arsa,

l’abominio è stato di nuovo compiuto

perché vivere e decidere è una scala troppo ripida

per un uomo sputato per errore su questa terra.

 

Arsa tra le fiamme

uccisa dal possesso e dal non amore

vinta dalla ferocia e dall’indifferenza

malattie che urgono essere curate

in questo mondo che gira con inerzia.

 

Non è destino Sara

che il tuo bel nome suoni

in anagramma che del suono è afono

è dolce e sacro e non si accende con il fuoco.

 

Si accende di bellezza amore bello

quale tu sei e sempre sarai,

principessa della luce e dell’eterno.

 

Che possa trovare pace

la madre che ti portò alla vita

e che  cammina al buio nella tua stanza.

 

Che possa soccombere

masticando polvere e sangue

chi ti ha privato della luce di vita .

 

Che possa la gente

trovare la giusta strada per la pietà

e non si lasci trasportare dall’apatia

in una terra intrisa di paura e ipocrisia.

 

 

One Comment on “ARSA (A Sara)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Curvy Pride Blog

❤ Next Flash Mob Coming Soon // Follow us: #curvypride #beautyhasnosize ❤

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

La Grande Concavità

Scritti spazzatura sulla musica rock

Flavio Marigliani

a Life in the Theatre

spaziomemoria

interiors and styling crafted for you

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: