Veleggio su mari tempestosi
portata dal vento,
il fragore delle onde
si schianta nel cuore,
copre il mio pianto.
Lacrime di mare
come gocce incessanti,
cadono nel vuoto.
Nessun osi
avvicinarsi a queste vele,
brandelli di seta,
ancorati alla mia pelle.
Nubi accompagnate velocemente
i bei ricordi,
lontano rimanete.
Forse altri oceani solcherò,
quelli da scoprire ancora.
Magari sulla luna
dove pace e amore troverei,
per non tornare mai più.

lacrime

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Riflessioni d'Autore Antonino Schiera

L'alba di ogni nuovo giorno illumina i miei diuturni pensieri, di notte sopiti nell'eremo dei tuoi abbracci

wwayne

Just another WordPress.com site

Associazione Culturale 'Divagazioni D'Arte'

L'Arte è voglia di emozionare qualunque sia la forma usata per esprimerla

PRISMA , IL CORO CHE BALLA.

Il sito del Coro Prisma: realtà musicale romana che si occupa di intrattenimento musicale con canti folk e popolari.

Curvy Pride Blog

❤ Promuoviamo la pluralità della bellezza e dell'essere! Contro bullismo, stereotipi e discriminazioni ❤

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: