Il ventidue (Il sole d’inverno)


Sole

Ed è il ventidue
una volta numero magico
che sapeva di sabbia e calore
misto ai baci respirati nel sole.

Ora è una data
dove il livore bagna
quel tuo viso intriso di saccenza
e saccheggia il poco affetto rimasto.

Te lo dissi
la vita è la stessa per tutti
e il peso dei dolori non ha prezzo
nei giardini del passato vivremo sempre in due.

Il Ventidue d’inverno
la tramontana non lo porta via
e trascina un treno morto sui binari
ma ci sarà forse un tempo, molto lontano
dove due anime si rincorreranno in un sorriso.

Non si rimuovono i ricordi
anche i più intollerabili hanno insegnato
perché le crepe sono diverse nei margini del limite.

Non ci sono costi da sostenere, solo ammende da pagare
lì dove il falso viene ripetuto e la verità negata
e non trattengo un’impalpabile rabbia coperta dalla mia forza.

Il mio incedere è verso il sole d’inverno, le nubi sono lontane, non sento la tua voce.

@Patrizia Portoghese alias Pattyrose
Tutti i diritti riservati

7 Comments on “Il ventidue (Il sole d’inverno)

  1. I tuoi sentimenti, ciò che provi, le tue sensazioni, diventano palpabili ogni volta che si leggono le tue splendide poesie.
    Un abbraccio, Pat

  2. e che dire , amara e dolce consapevolezza la tua , . Mi piace il modo che hai di affrontare e esternare i tuoi sentimenti . Bella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Curvy Pride Blog

❤ Next Flash Mob Coming Soon // Follow us: #curvypride #beautyhasnosize ❤

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

La Grande Concavità

Scritti spazzatura sulla musica rock

Flavio Marigliani

a Life in the Theatre

An Author's Life

And as imagination bodies forth The forms of things unknown, the poet’s pen Turns them to shapes and gives to airy nothing A local habitation and a name. – William Shakespeare

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: