Orgogliosa dea,
qual poeta non t’ha amata
a te un’opera dedicata.
Sommo il Poeta che t’accolse
sospirando la sua Beatrice,
nella luminosa nube.

A te cantava gaudiente
“O graziosa luna…”,
Leopardi dalla sua Silvia incantato.
“Da lei beva la sperata pace…”,
scriveva D’Annunzio,
in quella sera fiesolana.

Che dir D’Ariosto che nel canto della luna
nascose dell’uomo il senno.

Pianeta ispiratore di mille poesie,
sorella delle mie notti perenni,
su di te vorrei… addormentarmi.

luna2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Antonino Schiera Riflessioni d'Autore

L'alba di ogni nuovo giorno illumina i miei diuturni pensieri, di notte sopiti nell'eremo dei tuoi abbracci

wwayne

Just another WordPress.com site

Associazione Culturale 'Divagazioni D'Arte'

L'Arte è voglia di emozionare qualunque sia la forma usata per esprimerla

PRISMA , IL CORO CHE BALLA.

Il sito del Coro Prisma: realtà musicale romana che si occupa di intrattenimento musicale con canti folk e popolari.

Curvy Pride Blog

❤ Promuoviamo la pluralità della bellezza e dell'essere! Contro bullismo, stereotipi e discriminazioni ❤

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: