Quanno t’arivedo (A Nannarella)


Quanno t 'arivedo Anna Magnani

E quanno t’arivedo
‘n quer firm d’allora
me bruceno l’occhi
che manco ‘r polline ce riesce
a fà sgorgà dar core
lacrime che sanno de ggioia e de dolore.

L’occhi tua neri come la pece
azzuri come ‘r cèlo
de quâ fija che tenevi pe’ mano.

Eri e sei bella…

-Bellissima-

Come ne la scena ‘ndo piaggni
come n’acqua santiera
e pareno secoli de lucciole accese
quê pupille a forma de còre.

‘Ndo sei ita Nannarè?
A fà sognà l’angeli
come queli che voleno
drento ‘e chiese de Roma.

Sì, ce sei riuscita
li vedo lassù, se culleno
su li sorisi che je doni tu.

E quanno t’arivedo
passeggià co’ quer viso
che de le rughe se ne fà ‘n vanto
me viè da ride a penzà
a certe sfiancate d’oggi
che nun sanno fà li conti cor passato.

Facce ride! Facce piagne Nannarè!

Ancora ‘na vorta, ‘na vorta ancora
stamo qui a guardà ‘sta luna de Roma
fusse che ‘na stella se stacca
e riscenne su ‘sta tera… Ora.

Quanno t’arivedo
drento ‘ste pelicole amaranto
penzo a com’oggi ‘sto monno gira all’incontrario
credenno de ritrovà ner sogno ‘n monno
sano e ggiusto, semprice e sovrano.

E strade de ‘sta città
te piagneno pe’ l’eternità
sei ‘a sposa der ponentino, nun lo dimenticà!

Sona ‘sta musica e me pare de sentilla
‘na canzone ritornata dar passato
e me viè voja de cantalla pur’a me
mentre guardo dar barcone
‘a luna che cala sur Cuppolone.

E’ solo ‘na poesia
nun deve mette malinconia
Nannarella sta ‘n paradiso
abbraccicata a le nuvole d’argento.

Accarezzo ‘na rosa
e li petali s’addorcischeno
pe’ ‘na donna vera ch’era sentimento.
Ora sta lì che se dondola
tra la ggente beata, ‘n fonno a l’urtimo arcobbaleno.

©Patrizia Portoghese alias Pattyrose
Tutti i diritti riservati

6 Comments on “Quanno t’arivedo (A Nannarella)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Curvy Pride Blog

❤ Next Flash Mob Coming Soon // Follow us: #curvypride #beautyhasnosize ❤

La mia camera con vista

Un bel posto da dove guardare il mondo

La Grande Concavità

Scritti spazzatura sulla musica rock

Flavio Marigliani

a Life in the Theatre

An Author's Life

And as imagination bodies forth The forms of things unknown, the poet’s pen Turns them to shapes and gives to airy nothing A local habitation and a name. – William Shakespeare

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: